WORLD MUSIC PROJECTS: INCONTRI 2.0

L’area appenninica che sta tra il mare e la Pianura Padana è connotata da uno scambio plurisecolare di conoscenze, informazioni, persone e cose. La musica di quest’area è parte determinante di una tradizione complessa, che da sola può tracciare la mappa geografica delle 4 province. Non ne conosciamo esattamente le origini, ne chi l’ha creata; sappiamo solo che appartiene all’ambito di un patrimonio comune e che possiamo usarla come linguaggio universale. In questo luogo dell’Appennino, profondamente radicato nella storia del nostro territorio, si incontrano Cina, Giappone, Africa, Belgio, Francia, l’Italia e le 4 province. Realtà diverse, geograficamente lontane. La musica le accomuna, e le avvicina.

(http://www.zefirofilm.it)

con la partecipazione di: Ben Mandelson, Andrew Cronshaw  (Inghilterra)  – Nicola Parov (Ungheria),  Jean Luc Cappozzo (Francia) – Ayub Ogada (Kenya), Guo Yue,
Wu Fei (Cina) – Joji Hirota (Giappone) – Yuval Avital (Israele) – John Faulkner, Sandra Kerr, Desi Wilkinson (Irlanda),  Joe Legabwe (South Africa), Patrizia Laquidara, Fulvio Maras, Aldo De Scalzi, Beppe Gambetta, Stefano Valla, Marco Domenichetti, Daniele Scurati, Umberto Petrin, Giovanni Amighetti, Guido Ponzini, La Squadra, I Musetta, Edo Lattes, Silvia Migliorati, Mario Piavoli, Luca Vettori, Bruno Pianta, Beppe Greppi, Enzo Gentile, Marco Forni, Giovanni Sarani (Italia)